mercoledì, 15 Maggio , 24

Pestaggio Iovino, Fedez: “Io non c’ero. I giornalisti smettano di giocare agli influencer”

MondoPestaggio Iovino, Fedez: “Io non c’ero. I giornalisti smettano di giocare agli influencer”

di Manuela Boggia e Rachele Bombace

TORINO – “Credo che il Salone del libro abbia disegnato uno scenario che è davanti agli occhi di tutti: da un lato abbiamo i giovani che esprimono delle priorità rispetto a degli avvenimenti, anche voglia di partecipare. La mia storia parla per me, e non ho alcun tipo di problema a parlare di genocidio e di non sentirla una posizione ideologica. Un dato obiettivo. Dall’altro lato abbiamo una stampa che si occupa di notizie inutili, tipo le cazzate che fa di notte Fedez. Non avete ancora capito che a loro non gliene frega un cazzo. La stampa riveda le sue priorità e non giochi a fare l’influencer“. Lo dice Fedez al Salone del Libro di Torino, durante l’evento all’Auditorium dedicato alla salute mentale dei giovani, riferendosi alle ricostruzioni di stampa che accreditano la sua presenza al pestaggio a Milano di Cristiano Iovino, il personal trainer dei vip che sarebbe stato massacrato di botte davanti al suo condominio di via Marco Ulpio Traiano la notte tra il 21 e il 22 aprile. “Io non c’ero, e dalla telecamera non si vede niente“, ha detto il rapper che sottolinea: “Tutti parlano di un massacro, ma se questa persona non è stata portata in ospedale non c’è un referto medico e non ha denunciato, di cosa stiamo a parlare? Oltretutto poco dopo è andato a ballare a Ibiza. Se non ci fosse il mio nome in mezzo non ci sarebbe la notizia“.

“A GAZA E’ GENOCIDIO, NON HO PROBLEMI A DIRLO”

Fedez sostiene di avere le idee chiare su quello che succede nella striscia di Gaza: “La mia storia parla per me. E non ho alcun tipo di problema a parlare di genocidio e di non sentirla come una posizione ideologica. E’ un dato obiettivo per me”, dice il cantante nel corso di un incontro al salone del Libro di Torino. Ieri c’erano state le proteste dei manifestanti pro Palestina, incontrati dal fumettista Zerocalcare.
Nel corso dell’incontro di oggi, Fedez si è rivolto ad alcuni giovani psicologi in formazione che chiedevano al presidente dell’ordine degli psicologi, David Lazzari, di aiutare anche le vittime di Gaza, così come quelle in Ucraina, e di riconoscere il genocidio.

L’articolo Pestaggio Iovino, Fedez: “Io non c’ero. I giornalisti smettano di giocare agli influencer” proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles